Warning: strpos(): needle is not a string or an integer in /IT/magazine/index.php on line 31 Warning: strpos(): needle is not a string or an integer in /IT/magazine/index.php on line 37 Mi-Magazine
Ivrea International Summer School 
Si tiene ad Ivrea, dal 3 all'8 Settembre, la prima edizione dell'International Summer School che attraverso laboratori, lezioni, conferenze e itinerari di visita, si propone di elaborare analisi, progetti e idee per la trasformazione del paesaggio eporediese e canavesano.
La scuola è pensata come importante momento e luogo di scambio con la città di Ivrea, sui temi dell’architettura contemporanea, aprendo il dibattito ai cittadini sull’organizzazione del paesaggio in cui vivono, e proponendosi come laboratorio di idee, proposte e sperimentazione di prospettive future, essenziali alle decisioni tecniche, amministrative, economiche e culturali dell’ambito locale.
Con il suo programma, la scuola intende sottolineare la necessità di un approccio interdisciplinare ai temi della trasformazione della città. Alla base di questa proposta c’è la consapevolezza del continuo processo di trasformazione della città e del territorio, che ha bisogno, per essere conosciuto e per essere sollecitato, di un’indagine continua dello sfondo storico, culturale, sociale, economico e istituzionale che investe la città e sul ruolo che in questo processo giocano i diversi saperi dei diversi attori che contribuiscono a fare del progetto architettonico lo strumento per costruire immagini e prefigurazioni del futuro.

dal 3 all'8 Settembre
International Summer School Ivrea 2007
http://www.issivrea.it

[ 100 commenti ] ( 11172 visite )   |  riferimento  |   ( 3 / 1647 )
Torino Geo Design 
Un concorso internazionale di design che nasce dall’osservazione dei fenomeni sociali e culturali in atto a Torino. Un concorso di idee, promosso da Torino Design Capital 2008 in collaborazione con Abitare, per la progettazione di utensili complessi (oggetti d’uso domestico, attrezzature per lo spazio pubblico, sistemi di arredo urbano) da realizzare in collaborazione con le comunità locali e le imprese presenti nel territorio piemontese. Dead-line 30 settembre

Il mondo del Design contemporaneo – quello che definiamo ‘Geo–design’ – non si esaurisce oggi nella produzione di piccole serie di oggetti mediatizzati e rivolti a nicchie di utenti ricchi. C’è anche un design che non ha smesso di produrre utensili di necessità in grandi serie. E c’è, soprattutto, una quota crescente di utensili complessi che nei Paesi in via di sviluppo viene prodotta da comunità di utenti che si auto-organizzano per realizzare oggetti d’uso altrimenti indisponibili, perchè troppo cari o addirittura inesistenti. E che cominciano a commercializzare questa produzione, addirittura a sopravvivere grazie ad essa. Si tratta di un fenomeno che nasce e vive anche nelle nostre città cosmopolite e multiculturali.
È un insieme di comunità e di oggetti che chiedono attenzione, valorizzazione estetica, sofisticazione tecnologica, efficacia di commercializzazione. Il Geodesign può diventare una risorsa politica formidabile, per spingere le amministrazioni pubbliche a promuovere forme di imprenditorialità diffusa nelle comunità locali; per valorizzare il sistema delle piccole e medie imprese; per ripensare il ruolo del designer come catalizzatore di pratiche invece che come ‘artefice’ solitario.

www.torinoworlddesigncapital.it
http://abitare.corriere.it/


[ 85 commenti ] ( 6836 visite )   |  riferimento  |   ( 3 / 1505 )
Turismo per tutti 
Segnaliamo la Conferenza Annuale EIDD, con il titolo Turismo per Tutti, che si è svolta presso la Triennale di Milano il 28 e 29 giugno 2007.

EIDD – DESIGN FOR ALL EUROPE
ENHANCING THE QUALITY OF LIFE THROUGH DESIGN FOR ALL
Conferenza Annuale EIDD,
Triennale di Milano, 28-29 giugno 2007

Turismo per Tutti
Che cosa è il turismo nel 2007 e come si progetta? I prodotti e servizi attualmente disponibili rispondono davvero alle richieste di un mercato in evoluzione? Esiste un dialogo concreto tra utenti e fornitori dei servizi sufficientemente sviluppato per garantire una risposta efficace? E’ possibile misurare l’accessibilità dei servizi turistici? Infine, si tratta di un investimento che rende?
Queste sono alcune delle domande affrontate nel corso della conferenza annuale dell’EIDD – Design for All Europe che si terrà a Milano, Palazzo della Triennale, venerdì 28 e sabato 29 giugno.
L’incontro è incentrato sull’argomento Tourism for All (Turismo per tutti), ovvero come migliorare l’offerta di prodotti e servizi turistici seguendo la metodologia Design for All.
Sei macro argomenti sono stati messi in luce a Milano:
1- L’evoluzione del turismo e il suo impatto economico;
2- Il turismo in Italia;
3- Il turismo congressuale quale nuovo settore di crescita nel campo dei viaggi;
4- Le tre gambe della sostenibilità del turismo: ecologico, sociale, economico;
5- Il benchmarking dei servizi turistici: i pro e i contro dei sistemi di marchio dell’accessibilità;
6- Design for All nel turismo in teoria e in pratica.


[ 479 commenti ] ( 10435 visite )   |  riferimento  |   ( 3 / 1515 )
EIDD – Design for All Europe 
EIDD – Design for All Europe, fondata a Dublino nel 1993, è una federazione di organizzazioni nazionali e corporate in 16 Paesi europei, tra cui l’Italia.
La mission EIDD: migliorare la qualità della vita con il Design for All, ovvero incrementare l’utilizzo del progetto per realizzare l’inclusione sociale e l’uguaglianza. EIDD realizza progetti, ricerche, consulenze e programmi di sensibilizzazione nei vari campi dell’inclusione sociale (tra cui la disabilità) nel settore privato e pubblico, e coopera con altre organizzazioni europee e internazionali.
Lo scopo del Design for All è facilitare le pari opportunità di partecipazione in ogni aspetto della società. Per fare cio', l’ambiente costruito, gli oggetti quotidiani, i servizi, la cultura e le informazioni, in breve ogni cosa progettata e realizzata da persone perché altri la utilizzino, deve essere accessibile, comoda da usare e capace di rispondere all’evoluzione delle diversità umane. La pratica del Design for All fa uso cosciente dell’analisi dei bisogni e delle aspirazioni umane ed esige il coinvolgimento degli utenti finali in ogni fase del processo progettuale.


[ 89 commenti ] ( 13269 visite )   |  riferimento  |   ( 3 / 1495 )
Promozione e Tutela del Design in Europa. Strategie per una nuova politica di competitività industriale in Europa. 
Si è svolto presso la sede della Fondazione Valore Italia il workshop dal titolo “Promozione e Tutela del Design in Europa. Strategie per una nuova politica di competitività industriale in Europa.”

L’occasione è stata un momento di riflessione sul ruolo del design nell’economia attuale, nelle politiche strategiche dei vari Paesi, nelle direttive comunitarie.
Il design industriale rappresenta un elemento di confine tra creatività e serialità, tra cultura e produzione. Base dello sviluppo precompetitivo, è ciò che nell’economia globale del nuovo millennio può determinare la vittoria o la sconfitta di un nuovo prodotto.
Questa duplice veste del design deve trovare nell’Unione Europea una forma omogenea di promozione e tutela.
Scopo dell’incontro è quello di presentare le esperienze dei Design Council europei, e di quello inglese in particolare: come nascono, su iniziativa di chi, come si finanziano, le loro forme di interazione con le imprese ed i centri di formazione superiore.
L’incontro ha raccolto alcuni di addetti ai lavori, che hanno presentato esperienze estere, europee ed internazionali, del format del Design Council, e hanno dato vita ad un dibattito con i partecipanti/uditori.
Il fine ultimo è stato quello di arrivare a formulare proposte concrete per poter giungere ad una reale armonizzazione delle politiche nazionali di tutela e promozione del design, in accordo con gli obiettivi di competitività che la Strategia di Lisbona ha posto come sfida per i prossimi anni.

Relatori:

Harry Rich
Deputy Chief Executive Design Council UK
L’esperienza e la gestione del Design Council

Michael Thomson
Presidente BEDA - Bureau of European Design Associations
Fondatore di Design Connect nel 1995 a Londra
Fellow della Chartered Society of Designers and of the Royal Society of Arts
Design Council nel mondo: quale modello per l’Italia?

Pete Kercher
Presidente EIDD - Design for All Europe
Il design nel XXI secolo: una nuova politica?



[ 169 commenti ] ( 13 visite )   |  riferimento  |   ( 3 / 1690 )

Indietro Altre notizie