Warning: strpos(): needle is not a string or an integer in /IT/magazine/index.php on line 31 Warning: strpos(): needle is not a string or an integer in /IT/magazine/index.php on line 37 Mi-Magazine
Perchè un premio di design nautico si chiama Forcola? 
La forcola è il caratteristico scalmo per il remo della gondola veneziana. Si tratta di un oggetto molto particolare: la sua forma è cangiante come se fosse una scultura di Boccioni, il suo disegno è tale da farla apparire come un moderno oggetto di design, ma in realtà entrambe queste caratteristiche sono frutto della ricerca della perfetta funzionalità ed utilizzabilità della forcola all'interno del suo "ambiente di lavoro", vale a dire la laguna di Venezia.
La scelta del materiale (generalmente un quarto di tronco di noce), le dimensioni, ciascuna curvatura ed incavatura, sono tutte caratteristiche destinate all'ottenimento della maggiore manovrabilità della gondola, e per consentirle di procedere in linea retta pur avendo la forza motrice applicata in maniera asimmetrica.
Appoggiando il remo sui diversi lati della forcola si ottengono differenti tipi di voga e di andatura, con differenti gradazioni di sforzo da applicare al remo stesso.
In estrema sintesi, la forcola è un oggetto che lega intimamente design e funzionalità, rappresentando quindi perfettamente il concetto più generale di eccellenza del made in Italy.
E' parso quindi naturale intitolare un premio per il design nautico, per di più assegnato a Venezia, proprio alla forcola.
I trofei sono stati realizzati e firmati dal maestro Saverio Pastor, erede della grande tradizione veneziana di maestri d'ascia specializzati nella produzione di forcole.




[ 87 commenti ] ( 9534 visite )   |  riferimento  |   ( 3 / 2639 )
Elenco dei vincitori della Forcola d'Oro 2009 
Il premio è stato assegnato ai seguenti prodotti, contraddistinti dall'italianità del designer o dell'azienda produttrice:

Barche a vela al di sotto dei 12 m.
Crusyacht - TRUC 12

Barche a vela tra i 12 ed i 24 m.
Adria - B 42

Barche a vela oltre i 24 m.
Wally - ESENSE 143

Barche a motore al di sotto dei 12 m.
Sciallino - S 23 GOCCIA DI CULTI

Barche a motore tra i 12 ed i 24 m.
Cantieri di Sarnico - SPIDER

Barche a motore oltre i 24 m.
Cantieri di Baia - ONE HUNDRED

Gommoni
Tecnorib - PZERO 1400

Abbigliamento
Slam - AREA 51

Accessori
Veleria San Giorgio - ECOLINE

Accessori menzione speciale
Besenzoni - sistema di ormeggio Porto-Ghost-Corner

foto di gruppo di giurati e vincitori


[ 637 commenti ] ( 12376 visite )   |  riferimento  |   ( 2.9 / 2494 )
Premiati a Venezia i vincitori della "Forcola d'Oro", il premio dedicato al design nella nautica, presieduto dalla Fondazione Valore Italia 
Venezia, 17 maggio 2009 - Si è svolta a Venezia, nell'ambito della manifestazione "Mare Maggio" promossa da ExpoVenice, l'ente fieristico lagunare, la premiazione dei vincitori della Forcola d'Oro.
Il premio è assegnato a quei prodotti italiani del settore nautico che più si sono contraddistinti, nell'anno precedente, per caratteristiche di design, innovazione ed ecosostenibilità. A presiedere la cerimonia, che si è tenuta all'interno della splendida cornice dell'Arsenale di Venezia, è intervenuto il Ministro per la P.A. e l'Innovazione, on. Renato Brunetta.
L'organizzazione e la presidenza della giuria è stata demandata da Expo Venice alla Fondazione Valore Italia. Per l'edizione 2009 la giuria è stata composta da:
- Prof. Massimo Arlechino (presidente Fondazione Valore Italia);
- Amm. Mario Fumagalli (comandate dell'I.M.S.M. di Venezia);
- Arch. Massimo Paperini (designer nautico);
- Arch. Stefano Salvi (presidente di Adi-Centro);
- dott. Andrea Brambilla (direttore di Yacht & Sail).
Il lavoro della giuria è durato alcuni mesi, ed ha comportato l'analisi della produzione di aziende e designer italiani di tutto il biennio 2007-2008.


[ 147 commenti ] ( 12971 visite )   |  riferimento  |   ( 3 / 2480 )
Accordo tra Fondazione Valore Italia ed Eur SpA: il Palazzo della Civiltà Italiana accoglierà l'Esposizione Permanente del Made in Italy ed il Museo dell'Audiovisivo 
E’ stato sottoscritto presso il Palazzo degli Uffici dell’Eur, alla presenza dell’Assessore alla Cultura del Comune di Roma Umberto Croppi, l’accordo tra la Fondazione Valore Italia, rappresentata dal presidente Massimo Arlechino, ed Eur SpA, nella persona del presidente Paolo Cuccia, insieme all’a.d. Mauro Miccio, per la locazione e futura destinazione dello storico Palazzo della Civiltà Italiana.
L’intesa prevede la locazione ventennale dell’edificio alla Fondazione Valore Italia, ad eccezione degli spazi destinati ad ospitare il Museo dell’Audiovisivo - MAV, sulla base di una convenzione siglata con il Ministero per i Beni e le Attività Culturali. La Fondazione Valore Italia, costituita nel 2005 dal Ministero delle Attività Produttive appositamente per la realizzazione e la gestione dell’Esposizione Permanente del Made in Italy e del design italiano, utilizzerà gli spazi dell’imponente Palazzo per ospitare esposizioni, convegni e attività di formazione per meglio rappresentare l’eccellenza italiana nel mondo. La Esposizione, infatti, ha come finalità la valorizzazione dello stile italiano, nonché la sua promozione internazionale.
Il raggiungimento di questo accordo rappresenta il completamento del percorso progettuale per la rifunzionalizzazione di questo simbolo del razionalismo architettonico di proprietà dell’Eur spa. L’edificio, infatti, oggetto di restauro conservativo da parte del MIBAC fino alla fine del 2007, è stato successivamente sottoposto ad ulteriori lavori di ristrutturazione edilizia e restauro degli interni la cui ultimazione è prevista per l’inizio del 2010. Questi interventi mirano alla riqualificazione del Palazzo nel rispetto del vincolo monumentale cui è sottoposto. I lavori in corso consistono nel consolidamento dei solai e dei pilastri, nell’inserimento di due ascensori panoramici ed infine nella realizzazione di una terrazza belvedere (che è il punto più alto di Roma - ndr), di uffici e di spazi commerciali.
«Sono particolarmente lieto - ha dichiarato Paolo Cuccia – del conseguimento di questo accordo che interpreta a pieno la missione di Eur spa, da sempre attenta alla valorizzazione del proprio patrimonio immobiliare, anche perché, grazie alle risorse che la Fondazione Valore Italia metterà a disposizione, il Palazzo tornerà ad essere vivo e finalmente fruibile per la collettività. Inoltre esprimo il mio più grande entusiasmo dato che, per la prima volta nella storia dalla progettazione dell’intero quartiere, questo edificio sarà veramente dedicato alla “civiltà italiana”, riappropriandosi di quella storica funzione espositiva prevista dai progetti originari».
«Con questo accordo - ha detto l’Assessore Umberto Croppi - si suggella un patto con cui le istituzioni pubbliche danno concretezza ad un programma che racchiude una serie di significati di grande importanza per la città e l’intero paese. Prenderanno forma - prosegue l’Assessore - da un lato l’utilizzazione del “Colosseo Quadrato, uno dei palazzi più significativi della nostra città, simbolo architettonico della capitale ed esempio straordinario del razionalismo novecentesco che mai era stato utilizzato nella sua interezza; dall’altro l’attività, prevista al suo interno, di valorizzazione delle eccellenze italiane: il Made in Italy in tutte le sue forme creative con l’Esposizione Permanente voluta dal Ministero dello Sviluppo Economico e il Museo dell’Audiovisivo voluto dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali».
«Si tratta del primo passo ufficiale e formale - è intervenuto Massimo Arlechino - di un percorso importante sul quale Eur spa si è impegnata in maniera profonda con la convinzione personale sia del presidente Cuccia che dell’amministratore delegato Miccio. L’idea è quella di creare una struttura importante per l’intera città che sia la vetrina delle eccellenze produttive italiane, fino ad oggi inspiegabilmente mancata nel nostro paese: un luogo nel quale raccontare ai visitatori la storia ed il futuro del made in Italy, nel quale le imprese e le istituzioni potranno svolgere incontri di natura internazionale immersi in un ambiente caratterizzato dal gusto del bello, e dove tutti noi potremo ritrovare le radici della nostra eccellenza manifatturiera, che ci ha resi un fenomeno unico ed ammirato in tutto il mondo».

[ 449 commenti ] ( 1841 visite )   |  riferimento  |   ( 3 / 2292 )
I musei civici romani su Experience Italy 
Roma, 14 nov. - (Adnkronos/Adnkronos Cultura) - Visitare una mostra dei Musei Civici romani su Second Life? Condividere sul web informazioni che riguardano gli eventi espositivi della Capitale, avendo la possibilita' di scaricare foto e video? Da oggi sara' possibile grazie ad un progetto nato dalla collaborazione tra l'assessorato alle Politiche Culturali e la sovrintendenza ai Beni Culturali del comune di Roma, insieme a Ze'tema Progetto Cultura e Fondazione Valore Italia.

Dopo 'Google: il futuro di Roma Antica. In viaggio nel tempo con le nuove tecnologie', presentato pochi giorni fa in Campidoglio, la citta di Roma prosegue il suo percorso nel vasto universo delle tecnologie e della realta' virtuale, inaugurando su Second Life la mostra "The Big Bang", ospitata al Museo Bilotti fino al 19 ottobre. L'approdo al mondo virtuale tridimensionale multi-utente online (inventato nel 2003 dalla societa' americana Linden Lab) e' solo l'ultima tappa di un'iniziativa partita a settembre con l'apertura del blog.museiincomuneroma.it, nato per diffondere le attivita' dei musei comunali anche tra gli utenti delle community di internet.

"Second Life puo' essere - ha sottolineato l'assessore alla Cultura del comune di Roma, Umberto Croppi - uno strumento di comunicazione formidabile, attraverso il quale un utente puo' 'entrare' in una mostra e decidere se vale la pena o meno di visitarla nella realta'". A chi sostiene che il mondo virtuale della Linden Lab, dopo il successo iniziale, sta registrando un flop, l'assessore ricorda che "forse e' sceso l'interesse della carta stampata, ma i dati che abbiamo sono estremamente positivi, con una media giornaliera di 53mila avatar che ogni giorno si collegano".

[ 54 commenti ] ( 7501 visite )   |  riferimento  |   ( 3 / 2213 )

Indietro Altre notizie